“Una grossa fregatura” – Marcello Nicodemo

^

Categorie

^

Voto redazione

Data di pubblicazione

4 Mag, 2019
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

Marcello Nicodemo è di Chieti e sul suo canale Youtube cura la rassegna “L’officina letteraria”, per la quale gira l’Italia e intervista gli scrittori più noti sul loro rapporto con la scrittura, i personaggi e la letteratura. In ottobre 2018 ha pubblicato il suo quinto romanzo, “Una grossa fregatura”, per Chiaredizioni. Si tratta di un romanzo dolceamaro ambientato in una frazione abruzzese.


La trama di Una grossa fregatura

Peppino Canale è il padre anziano di Nando e Alfredo. Un giorno scivola sul ghiaccio e finisce in ospedale. Nella speranza della sua guarigione, intorno gli si muovono i figli e i ricordi, ma anche nuove persone che potrebbero danneggiarlo e approfittare della sua fragilità. Peppino infatti nasconde un segreto…

 

Recensione

Copertina "Una grossa fregatura"

L’aspetto che più mi ha colpito di questo libro è stato il magone con cui è riuscito a trattenermi per le prime ottanta pagine senza adottare virtuosismi stilistici o toccanti momenti introspettivi. Marcello Nicodemo è abile nel mostrarci senza raccontarcela (“show, don’t tell”) la semplicità dei suoi personaggi, alcuni dei quali sono talmente umili da essere assolutamente veritieri, tanto da desiderare di proteggerli tu stessa e schermarli col tuo corpo di fronte ad alcune ingiustizie che si profilano all’orizzonte.

La conduzione cinematografica del racconto ci rende spettatori interni, purtroppo impotenti, di situazioni anche emotivamente complesse in cui i personaggi si trovano invischiati. A fare da corollario a Peppino e i suoi figli arrivano infatti Titti e Dario, una coppia che si sfilaccia e si riallaccia continuamente, con giochi di equilibrio a volte snervanti e a volte teneri, ma mai forzati e sempre tremendamente realistici.

Titti e Dario hanno bisogno di soldi e Peppino Canale, a sua insaputa, potrebbe fare al caso loro. Mentre il cinismo della vita o del Caso (o del fato?) circonda inesorabile i suoi tentacoli intorno a Peppino, tu sei lì che divori il libro perché confidi in un colpo di scena, speri che qualcuno cambi idea. Il tutto è narrato in uno stile pulito e controllato, in linea con la spietatezza del cinismo della vita messo in scenUna grossa fregatura

[bs-white-space]

Cristina Mosca

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

moglie, mamma e lettrice bulimica. a 10 anni scrivevo i miei primi racconti. a 14 ho scelto di insegnare inglese. adesso faccio entrambe le cose. credo in quello che non si vede a occhio nudo. tra le mie pubblicazioni: "chissà se verrà alla mia festa" (schena 2005), "e donne infreddolite negli scialli" (schena 2008), "loro non mi vedono" (ianieri 2014), "con la pelle ascolto" (ianieri, 2018). mi piace scrivere in lettere minuscole.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” è il secondo libro di Wilbur Smith appartenente al ciclo dei Romanzi egizi. Scritto nel 1995, è arrivato in Italia tramite Longanesi (collana Tea).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.