Amanti dei libri è una community, una famiglia gestita da appassionati di lettura e scrittura e destinata, appunto, agli amanti dei libri! Entra a farne parte anche tu!

Il soggetto in analisi logica: cosa è e come individuarlo

Le caratteristiche del soggetto e come individuarlo in una frase

Il soggetto, elemento fondamentale di ogni frase, può avere diverse caratteristiche. Vediamo insieme quali sono, in modo da svolgere un’analisi logica della frase nel migliore dei modi!


Che cos’è il soggetto

Gigi gioca a carte con gli amici.
La pizza è stata mangiata dagli ospiti.
Mia sorella mi aspetta a casa.
Fabiana è allegra.

La parola evidenziata in ogni frase è il soggetto.
Esso all’interno della frase può svolgere diverse funzioni:

  • Può compiere o subire l’azione espressa dal predicato;
  • Può trovarsi in una certa condizione
  • Può presentare un certo modo di essere.

Il soggetto è la persona, l’animale, la cosa di cui si parla e a cui si riferisce l’azione o la condizione espressa dal predicato. Oltre che da questo rapporto logico esso è legato al predicato da uno stretto vincolo grammaticale: vi concorda nella persona, nel numero e, in alcuni casi, nel genere.

 

Come individuare il soggetto in una frase

Per trovare il soggetto di una frase inizia dal predicato e chiediti a quale o a quali parole si riferisce:

  • Chi compie l’azione espressa dal verbo?
  • Chi è che subisce l’azione espressa dal verbo?
  • Chi si trova nella condizione espressa dal verbo?
  • Chi possiede la qualità espressa dal verbo?

Tieni inoltre presente che, proprio perché è un elemento fondamentale della frase, è indipendente, cioè non è mai preceduto da una preposizione: anche questa particolarità ti aiuta a individuarlo.

 

Le parole che possono svolgere la funzione di soggetto

Ecco un elenco di quali parti della frase possono svolgere tale funzione.

Nome (proprio o comune) Rosanna è una ragazza intelligente. Il gatto miagola in continuazione.
Pronome Il cane che abbaia è di Giovanna. Tu sei stanco?
Aggettivo L’arancione è un bel colore.
Articolo Lo” è un articolo determinativo.
Avverbio Tardi” è un avverbio di tempo.
Verbo Correre nei corridoi è vietato.
Congiunzione Non si capisce il perché.
Preposizione Fra” è una preposizione semplice.
Interiezione Un ahimè manifestò il rammarico di Lucia.

Anche un’intera proposizione, che prende il nome di proposizione soggettiva, può svolgere il ruolo di soggetto. Segue un esempio:

Ascoltare la musica è rilassante.

Una frase può avere anche più soggetti, che si presentano come elementi posti sullo stesso piano e collegati fra loro con congiunzioni coordinanti:

La luna e le stelle brillano in cielo.

 

Il gruppo del soggetto

Può essere costituito da un solo elemento preceduto o meno dall’articolo:

Olga stira.
Il passero cinguetta.

Molto spesso è accompagnato da altri elementi strettamente legati ad esso:

Felix, il grazioso gattino di Sara, dorme sulla poltrona.

In questo caso è arricchito da un aggettivo in funzione di attributo (grazioso), dal nome gattino con valore di apposizione e dal complemento di Sara.

Tutti questi termini, strettamente uniti ad esso, formano il gruppo del soggetto in cui possiamo riconoscere il nucleo, il soggetto vero e proprio e gli elementi accessori.

 

La posizione del soggetto

Il soggetto occupa, di solito, il primo posto nella frase, precedendo il predicato. Ma questo tipo di ordine non è una regola fissa ed esso può occupare anche posizioni diverse, purché vengano rispettate le regole grammaticali e sintattiche.

Cambiando la sua posizione, si può anche dare una sfumatura di significato diverso. Ad esempio:

Mario ha vinto il canotto.
L’ha vinto Mario, il canotto.
Ha vinto il canotto, Mario.

Noterai che ogni posizione dà un rilievo particolare, aiutando l’interlocutore a comunicare meglio una diversa sfumatura di significato. In ogni caso, il soggetto è generalmente posto dopo il verbo nelle frasi interrogative ed esclamative (Ha ancora la febbre Antonio?), in alcune forme passive (Sono stati preparati tutti i piatti del menu) e con il si passivante (In lontananza si scorgeva un cavaliere).


 

I tipi di soggetto

Adesso cercheremo di individuare diverse tipologie di soggetto che potrai incontrare nell’analisi logica delle frasi. Conoscere sotto che forme può presentarsi, ti darà gli strumenti adatti per individuarlo prima e correttamente. Vedremo il soggetto sottinteso, quello mancante e il partitivo.

Dopodiché troverai degli esercizi per ricapitolare il tutto.

 

Il soggetto sottinteso

A volte nella frase il soggetto non è espresso: in questo caso si dice che è sottinteso. La frase che presenta il soggetto sottinteso è chiamata ellittica del soggetto.

Questo si verifica:

  • Quando è un pronome personale che viene eliminato poiché facilmente desumibile dalla desinenza del verbo (Studiamo molto. Sottinteso: noi).
  • Quando il verbo è al modo imperativo. (Esci! Sottinteso: tu).
  • Nella risposta a una frase interrogativa in cui il soggetto è già espresso (Quando partirà Egisto per l’Irlanda? Partirà fra una settimana. Sottinteso: egli).
  • In una serie di proposizioni che hanno tutte lo stesso soggetto, di solito esplicito nella prima (Carla andò a riposare perché era molto stanca, si era alzata di buon mattino).

 

Il soggetto mancante

Diverso è invece il caso in cui il soggetto manca completamente, ad esempio:

  • Nelle frasi che hanno come predicato un verbo impersonale che indica fenomeni atmosferici – Oggi piove.
  • Nelle frasi in cui i verbi sono preceduti dal si impersonale – Si parlò dell’inquinamento.

 

Il soggetto partitivo

C’è ancora del (= un po’ di) gelato?
Dei (= alcuni) ragazzi giocano a pallacanestro.

Quando preceduto dall’articolo partitivo è detto soggetto partitivo.

In quanto elemento fondamentale della proposizione, non dipende da altri elementi della frase e può essere preceduto da articoli, aggettivi dimostrativi o interrogativi, ma non da preposizioni, che invece creano rapporti di dipendenza tra le parole.

Puoi sfruttare questa proprietà per aiutarti a individuare questo prezioso elemento nelle frasi: scarta le parole precedute da preposizione.


 

Esercizi sul soggetto

Individua il soggetto nelle frasi che seguono:
  1. Pochi conoscono la lingua cinese.
  2. Il male mi fa paura.
  3. Chi verrà alla mia festa?
  4. Studiare è faticoso.
  5. L’automobilista ha pagato una contravvenzione.
  6. I votanti dovranno esibire il certificato elettorale.
  7. Dei ragazzi scendevano lungo il sentiero.
  8. La domenica si fa tutto con tranquillità.
  9. Sono contenta di rivederti.
  10. Franco e Renzo parlottano fra loro a bassa voce.

 

Scrivi una frase con ciascuno dei seguenti soggetti:
  1. La Sicilia
  2. Il gelato
  3. Agosto
  4. Le stelle
  5. I turisti
  6. L’aereo
  7. Degli aerei
  8. Noi
  9. Della colla
  10. Molti pesci

 

Se dovessi avere qualche dubbio riguardo a questo argomento di analisi logica, chiedi pure nei commenti!

3 commenti
  1. Francesco dice

    Non piaccio ai miei genitori.

    Mi aiutate a comprendere qual è il soggetto e per quale motivo?

    1. Marco Alleruzzo dice

      (Io) non piaccio ai miei genitori.

      “Io” è il soggetto della frase. In italiano, dal momento che ogni persona ha una forma verbale diversa, possiamo permetterci di sottintendere il soggetto senza alterare il significato della frase.

      Quando il soggetto manca, ma sono in grado di determinarlo dal verbo, lo indico in analisi logica come “soggetto sottinteso”.

      Se avessi avuto “non piaci ai miei genitori”. Avrei dedotto che “Tu” è il soggetto sottinteso.

  2. Lucia dice

    Andare in treno è stancante
    Mi aiutate ad analizzare questa frase?
    Grazie!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Se non sei d'accordo, potresti decidere di lasciare il sito. Accetta Leggi altro