“Cassandra” – Christa Wolf

^

Voto redazione

3 stelle

Data di pubblicazione

20 Lug, 2021
cassandra-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

in viaggio

Nuove proposte - Valerio Mottin

copertina in viaggio

Dal 2020 le Edizioni e/o propongono nell’elegante collana Le cicogne una nuova edizione di “Cassandra”, di Christa Wolf, con la postfazione che la traduttrice e scrittrice Anita Raja firmò nel 1984.

Trama di Cassandra

“Cassandra” è un lungo monologo condotto dalla protagonista Cassandra, figlia di Priamo, re di Troia, lirico e evocativo, che ripercorre tutto il ciclo troiano dal punto di vista del femminile.

In questo libro Enea è un personaggio molto presente nell’amore che vive con lei, mentre Achille è “una bestia”.

Recensione

Mi sono avvicinata a questo libro, scelto dal gruppo Book Club Italia come lettura condivisa di maggio, forte del fatto di aver letto L’Iliade appena l’anno scorso.

Invece non ero affatto preparata alla riscrittura della Wolf.

“Pensavo che essere adulti consistesse in questo gioco: perdere sé stessi”

Credo che per apprezzare in pieno “Cassandra” occorra avere molta confidenza con la materia, perché ci si muove molto nel non detto, non esplicato. Se si cerca una trama, un bandolo della matassa, non si viene aiutati.

Grazie alla postfazione ho potuto dedurre che con “Cassandra” Christa Wolf conferma il suo impegno di denuncia e sensibilizzazione sui soprusi di una società patriarcale e in particolare sulla situazione della donna, che tanto ai tempi dei troiani quanto in certi sistemi dell’era contemporanea non ha modo di ribellarsi apertamente.

“Straziare la donna per ferire il maschio”

Quelle presenti in “Cassandra” sono donne private dei loro compagni e rinnegate dai loro padri, usate come merce di scambio o sacrificale. Il personaggio di Cassandra si fa allegoria di tutte le voci femminili inascoltate o messe a tacere.

“Io resto.

Il dolore ci ricorderà di noi. Grazie ad esso, dopo, se ci riincontreremo, e qualora un Dopo esista, potremo riconoscerci”

Cristina Mosca

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

moglie, mamma e lettrice bulimica. a 10 anni scrivevo i miei primi racconti. a 14 ho scelto di insegnare inglese. adesso faccio entrambe le cose. credo in quello che non si vede a occhio nudo. tra le mie pubblicazioni: "chissà se verrà alla mia festa" (schena 2005), "e donne infreddolite negli scialli" (schena 2008), "loro non mi vedono" (ianieri 2014), "con la pelle ascolto" (ianieri, 2018). mi piace scrivere in lettere minuscole.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Giuseppe” – Michele Comper

“Giuseppe” – Michele Comper

Il romanzo “Giuseppe” (la Rondine edizioni 2020) segna l’esordio sulla scena letteraria di Michele Comper e tratta di colpa e castigo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *