“Consigli matrimoniali alle figlie sovrane” – Maria Teresa d’Austria

^
^

Voto redazione

3 stelle

Data di pubblicazione

3 Set, 2021
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

La casa editrice Passigli si è sempre distinta per un catalogo che offre al lettore opere particolari di scrittori classici e libri di autori che mai ti saresti aspettato. I “Consigli matrimoniali alle figlie sovrane” (2000) di Maria Teresa d’Austria è un libro per certi versi stupefacente. Perché rivela un lato del tutto inedito della grande imperatrice austriaca. La quale è sì una sovrana, ma è anche una madre. E secondo Arsenio Frugoni, curatore del volume, “è nella maternità il senso più profondo della sua personalità”.

Costei ha avuto ben sedici figli, tra maschi e femmine (e corre voce che ne avrebbe voluti anche altri). In questo caso sono state prese in considerazione soltanto le figlie Maria Cristina, Maria Giuseppa, Maria Amalia, Maria Carolina e Maria Antonietta, ognuna delle quali fornita di marito regnante.

Questi sono i criteri seguiti dal summenzionato curatore:

In questo volumetto ho raccolto soltanto i consigli alle figlie; minuziosi, fino a fissare la qualità e la quantità dei pasti e le ore di studio, di gioco e di preghiera, o intimi promemoria di una amica matura per giovani donne che iniziano la loro esperienza di mogli e di sovrane, sono il documento umanissimo della profonda ricchezza della maternità di Maria Teresa”.

Buon senso sovrano

Nella sua corrispondenza con le pargole raccolta in “Consigli matrimoniali alle figlie sovrane” , Maria Teresa d’Austria ritiene, data la sua esperienza, di doverle guidare circa la condotta pubblica e i rapporti coniugali con i vari consorti. Del resto, rango e ruolo impongono sicuramente contegni d’un certo tipo.

I consigli sono vari, e spaziano dalla religione (fondamentale per l’Imperatrice) al comportamento da tenersi con il proprio marito:

Non trascurerete i doveri religiosi. Nello stato matrimoniale si ha ancora più bisogno delle preghiere e del soccorso di Dio. Le vostre letture spirituali devono essere fatte regolarmente e vi raccomando particolarmente di essere esatta su questi punti” (a Maria Amalia).

Sempre dovete cercare la fiducia di vostro marito, in tutto: è il vostro unico scopo. La si guadagna facendoci stimare con la compiacenza, senza scatti e senza velleità d’imporci” (a Maria Carolina).

Senza per questo dimenticare precetti relativi al carattere e alla condotta sociale, oltre che politica:

Ecco la vostra condotta da tenere: ascoltare, consolare la gente, se non si può farle del bene; noi siamo fatto almeno per annoiarci e sopportare gli altri” (a Maria Cristina).

Non vergognatevi di domandar consiglio a tutti e non fate nulla di testa vostra” (a Maria Antonietta).

Le donne devono avere molta dolcezza, altrimenti non possono pretendere né stima né amore: non è che una cattiva abitudine quella che trascina a scatti sgarbati” (a Maria Carolina).

Imperatrice, madre, donna

Maria Teresa d’Austria è stata un’imperatrice potente e influente dal punto di vista politico. Basti vedere presso chi ha accasato la varia figliolanza. Ma non ha mai dimenticato di essere una madre cui stanno a cuore la serenità e la felicità dei propri figli.

In altre parole, una donna capace di aprire il suo cuore. Come confessa lei stessa:

Sono sincera ed esigo una grande esattezza di sincerità e candore con me: non essendo per nulla esigente, ma tanto compiacente, posso esigerlo…” (a Maria Antonietta).

Enrico Cantino

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Enrico Cantino dovrebbe aver superato la cinquantina, ma non ne è sicuro nemmeno lui. Ha una laurea in materie letterarie, un blog su Tumblr e svariate passioni: i gatti, la scrittura, la lettura, i cartoni animati (giapponesi, in particolare), i "filmacci" come li chiama lui (horror, azione, demenziale, fantascienza, ecc. ma non disdegna qualche pellicola "seria"). Ha pubblicato con Mimesis, casa editrice di Sesto San Giovanni, sei libretti sulle serie animate nipponiche suddivise per generi: robottoni, eroine, guerrieri, sport di squadra, maghette, rapporti di coppia. Può darsi riesca anche a pubblicare qualcos'altro. Adesso vede.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Il dono” – Michele Gentile

“Il dono” – Michele Gentile

“Il dono” di Michele Gentile (Masciulli Edizioni 2020) è un libro che unisce narrativa e poesia. Il ricavato andrà a una casa famiglia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *