“L’avvocato dell’atomo” – Luca Romano

^

Categorie

^

Voto redazione

3,5 stelle

Data di pubblicazione

11 Lug, 2022
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

“L’avvocato dell’atomo. In difesa dell’energia nucleare” è un libro del fisico Luca Romano pubblicato da Fazi editore alla fine di aprile 2022. Ringraziamo la casa editrice per la copia omaggio digitale.

Trama de L’avvocato dell’atomo

Luca Romano è un fisico. Nel suo saggio difende a spada tratta l’energia nucleare: è l’arma più potente che abbiamo per raggiungere l’ambizioso obiettivo della decarbonizzazione, una grande risorsa per salvare il pianeta. Non si è mai dato spazio agli esperti per spiegare le potenzialità dell’energia nucleare, di considerare i suoi rischi in un’ottica scientifica, scevra da fobie comprensibili, manipolabili e, di fatto, manipolate.

“…siamo proprio sicuri che la paura delle persone nei confronti del nucleare non sia stata venduta loro da qualcuno molto più in alto e con ragioni molto più concrete per temere l’atomo?”

Romano analizza gli incidenti nucleari recenti, Chernobyl e Fukushima. Elenca una serie di incidenti avvenuti nelle industrie chimiche, nelle raffinerie, nei gasdotti, ricorda il disastro del Vajont: in un’analisi obiettiva dovremmo considerare i disastri causati dalle altre opzioni per produrre energia, per valutare quale sia il modo più efficiente per produrla.

Recensione

L’autore avvisa il lettore dell’elevato tecnicismo del suo saggio, ma non basta. La parte centrale risulta ostile, lontana a un lettore che non ha competenze di fisica nucleare. L’autore si difende prima ancora di essere accusato, sostenendo che non può sintetizzare, perché significherebbe essere approssimativi. Non vuole accrescere la confusione che già caratterizza l’argomento in seno all’opinione pubblica.

Romano mi convince, capisco il suo punto di vista. Ho fiducia che la sua voce possa aprire gli occhi su “questa danza invisibile, che illumina intere città senza fumo e senza fiamme…” (dalla serie Chernobyl citata dall’autore). Ma purtroppo mi annoia. Il mio modesto consiglio è di rendere il suo lavoro più fruibile a una platea che vuole capire, ben conscia che non può capire tutto.

“Quando un volume pari a un pallore da calcio di una sostanza può sostituire efficacemente il contenuto di una petroliera di grossa stazza a pieno carico, è abbastanza facile trovarne per tutti.”

Adelaide Landi

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Mi piace leggere sin da quando ero bambina, nei ricordi più belli della mia infanzia ci sono libri con copertine colorate: Heidi è stato ovviamente il primo, poi Piccole donne e tutti i seguiti (di cui ricordo poco, i seguiti di un capolavoro deludono sempre), Il giardino segreto. La penna mi ha sempre chiamato almeno quanto i libri, ma non me ne sono accorta finché per caso o semplicemente perché era giunto il momento che io lo capissi, mi è stato chiaro che adoro scrivere almeno quanto adoro leggere. Mi piacciono i romanzi storici, penso che capire quello che è stato aiuti a comprendere quello che è. Scelgo un libro da leggere se penso che la sinossi stia cercando di dirmi qualcosa, in ogni libro c'è un messaggio che spera di raggiungere al più presto i suoi destinatari.

Altri libri che potrebbero piacerti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.