“Il giardino di Amelia” – Marcela Serrano

^

Categorie

^

Voto redazione

Data di pubblicazione

15 Apr, 2019
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

Trama Il giardino di Amelia

Il romanzo è ambientato nel Cile degli anni ottanta quando nel paese vigeva la dittatura del generale Pinochet.

Il racconto inizia nel 2005: a Santiago del Cile si svolge il funerale di Amelia. Il romanzo si articola poi in un lungo flashback: l’affascinante Miguel Flores, sospettato di cospirazione, viene mandato al confino nella tenuta di proprietà di donna Amelia. L’iniziale diffidenza di Miguel nei confronti della ricca proprietaria terriera viene meno quasi subito: Amelia non vive prigioniera del lusso e dell’ozio come Miguel si sarebbe aspettato, ma, come lui, ama leggere e consiglia al suo ospite molte letture interessanti. Il legame che si instaura tra i due vince ogni pregiudizio, vince la differenza di età tra i due, donna Amelia, infatti, è più grande di Miguel di diversi anni.

Una notte i militari fanno irruzione nella tenuta dopo aver trovato delle armi nascoste: Miguel riesce a scappare mentre donna Amelia viene arrestata e torturata perché sospettata di complicità. Del tutto all’oscuro riguardo alle sorti dell’amica, Miguel si rifa’ una vita in Inghilterra, dove resta per molti anni.

Copertina de "Il giardino di Amelia"

Qui entra in contatto con Sybil, cugina di Amelia e suo punto di riferimento, le aveva parlato tanto di lei in Cile. La donna diventa molto importante anche per Miguel, rimasto prigioniero di quel passato interrotto così bruscamente. Sybil lo mette a conoscenza di cosa è capitato ad Amelia dopo la sua fuga e Miguel ne resta sconvolto. Il senso di colpa lo invade completamente e lo costringe a rientrare in Cile.

 

Recensione

Racconto semplice e appassionato in cui non mancano i colpi di scena. Di questo romanzo ho amato l’idea della cultura che fa crollare qualsiasi pregiudizio, che riesce ad unire persone che sembravano distanti anni luce. Ho amato l’idea di libertà da conquistare, che sempre si conquista, come traspare anche dal romanzo, attraverso l’amore per la conoscenza.

Adele Landi

Adelaide Landi

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Mi piace leggere sin da quando ero bambina, nei ricordi più belli della mia infanzia ci sono libri con copertine colorate: Heidi è stato ovviamente il primo, poi Piccole donne e tutti i seguiti (di cui ricordo poco, i seguiti di un capolavoro deludono sempre), Il giardino segreto. La penna mi ha sempre chiamato almeno quanto i libri, ma non me ne sono accorta finché per caso o semplicemente perché era giunto il momento che io lo capissi, mi è stato chiaro che adoro scrivere almeno quanto adoro leggere. Mi piacciono i romanzi storici, penso che capire quello che è stato aiuti a comprendere quello che è. Scelgo un libro da leggere se penso che la sinossi stia cercando di dirmi qualcosa, in ogni libro c'è un messaggio che spera di raggiungere al più presto i suoi destinatari.

Altri libri che potrebbero piacerti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.