“Stelle in gola” – Antonio Moresco

^

Categorie

^

Voto redazione

3,5 stelle

Data di pubblicazione

29 Nov, 2021
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

Il libro “Stelle in gola” di Antonio Moresco, in libreria da ottobre 2021, è stato pubblicato da Sem. Contiene una raccolta di testi o appunti ritrovati dall’autore ed appartenenti a diversi periodi della sua vita, in un lungo periodo dall’adolescenza ai giorni attuali. Moresco lo definisce “un libro rifiutato da un autore rifiutato”. Si ringrazia la casa editrice per la copia cartacea ricevuta in omaggio.

Trama di Stelle in gola

Trattandosi di racconti o parte di romanzi incompleti, non è possibile scriverne una trama. Si possono tratteggiare alcuni aspetti di questo libro. Si entra in storie difficili ed oscure, in una dimensione surreale, fantastica, con racconti di esperienze che improvvisamente deviano, si trasformano in incubi.

Recensione

Sono le ultime pagine del libro, introdotte con la citazione di seguito riportata, che aiutano ad avvicinarsi al contenuto dei frammenti e dei racconti, permettendo di comprendere meglio anche la prima parte:

Sono stato a lungo indeciso se pubblicare le pagine di diario che seguono… o se distruggerle perché non resti traccia diretta di quel periodo terribile in cui ero pazzo di dolore…ho deciso di pubblicarli per un bisogno di espiazione e di verità, perché si capisca da quale disperazione, da quale buio e da quale abisso venga fuori la mia successiva opera di scrittore. Chiedo al lettore di leggerle con discrezione e pietà.

Il lettore quindi non può che entrare in punta di piedi in un mondo impregnato di smarrimenti e di un dolore personale allargato al mondo intero. Non è sicuramente un libro di facile lettura; ambienti e situazioni in cui ha vissuto l’autore diventano le prigioni in cui si animano i suoi personaggi.

“Negli scompartimenti si intravedevano segmenti, gambe, bocche aperte, sagome intrecciate e figure rannicchiate contro lo schienale…mentre altri corpi si intersecavano a tal punto nel sonno da dar vita a figure monche, senza gambe o con un braccio solo…sagome decapitate o con due teste, una da vecchia e una da neonato.”

Uomini e donne si muovono tra follia ed allucinazioni, in una dimensione in cui il confine tra conscio ed inconscio non è delineato, dove la ragione lascia il posto ad un disorientamento senza regole. Partendo dalle pagine di diario personale alla fine del libro, si può trovare la strada per addentrarsi in una realtà dalle visioni distorte in cui le certezze, quando appaiono, si sgretolano facilmente. Un libro dove le risposte – almeno alcune – si trovano iniziando dalla fine.

Loretta Casagrande

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Questo periodo della vita mi sta regalando una delle ricchezze più importanti: il tempo. Tempo da utilizzare anche tra parole da leggere e da scrivere. Tra i libri che mi instillano dubbi provvidenziali, si frantumano certezze inutili.

Altri libri che potrebbero piacerti…

1 commento

  1. Annamaria

    Le parole della recensione invitano a leggere il libro, nonostante i contenuti possano ad un primo approccio allontanare. In fondo per realizzare i nostri sogni, dobbiamo prima affrontare i nostri incubi! Grazie a Loretta Casagrande che riesce sempre ad interessarci!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.