“Un amore qualunque e necessario” – Mary Beth Keane

^

Categorie

^

Voto redazione

4,5 stelle

Data di pubblicazione

17 Ott, 2020
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

Un amore qualunque e necessario è stato pubblicato dalla Mondadori Libri Spa nell’aprile 2020 ed è stato tradotto da Maria Carla Dallavalle. Mary Beth Keane è una scrittrice americana di origini irlandesi. Oltre ad essere l’autrice di Un amore qualunque e necessario, di cui il titolo originale è Ask again, Yes, ha scritto anche The Walking People e Fever. Nel 2011 è stata nominata uno dei “5 under 35” della National Book Foundation e nel 2015 le è stata conferita una Guggenheim Fellowship for Fiction.

Trama Un amore qualunque e necessario

Kate Gleeson e Peter Stanhope, nati a soli sei mesi di distanza, sono vicini di casa da sempre, in un piccolo sobborgo alle porte di Gillam, vicino a New York. Le loro famiglie non potrebbero essere più diverse: serena quella di Kate, ultima di tre sorelle; difficile quella di Peter, figlio unico di una madre mentalmente instabile e di un padre che non riesce a proteggerlo. Un evento drammatico colpisce irrimediabilmente entrambe le famiglie, segnando le loro vite per sempre, e divide i due ragazzi. Ma la forza del loro legame è più forte di qualsiasi difficoltà, e Kate e Peter cercano, nonostante tutto, di trovare la strada per tornare l’una verso l’altro.

Recensione

Un amore qualunque e necessario è una storia che si protrae nel tempo, dal 1973 fino ai giorni nostri. È un romanzo che racconta non solo l’amicizia tra Peter e Kate, che sfocia in qualcosa di più profondo, ma è anche la storia di Lena, Francis, Brian, Anne e George… È la storia di tutti noi.

La famiglia Gleeson e Stanhope è l’una l’opposta dell’altra, se la prima è una famiglia perfetta la seconda non lo è, anzi è molto disfunzionale.

Durante il racconto si susseguono molti eventi uno dopo l’altro: gli abbandoni, le dipendenze, il tradimento, la malattia… che li porta ad affrontarli nella maniera che ritengono più opportuno senza curarsi dei giudizi degli altri.

Un amore qualunque e necessario è stato un romanzo che ha sorpreso le mie aspettative più di quanto avessi immaginato. Mi ha lasciata con il fiato sospeso e con gli occhi lucidi. La storia delle due famiglia e di come hanno affrontato i vari avvenimenti che gli sono susseguiti durante la loro vita mi hanno stupita e commossa, perché entrambe le famiglie hanno affrontato le loro “disgrazie” insieme ai loro cari.

Concludo la mia recensione con una frase del libro che voglio dedicare a tutti voi.

E capì che tutte le cose che erano accadute nelle loro vite non li avevano feriti in maniera sostanziale, nonostante quello che potevano aver creduto alle volte.

Lo consiglio a chi si è perso lungo il proprio cammino ma che ha la voglia di rialzarsi più forte di prima.

Arianna Pistoia

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Sono una ragazza quasi sempre con la testa tra le nuvole, o meglio tra le pagine di un buon libro. Sono anche un'amante di serie TV. Preferisco la solitudine al caos perché mi permette di scrivere e leggere senza distrazioni. Adoro il mare, mi ha sempre dato quella sensazione di libertà e felicità. Mi piacerebbe, un giorno, visitare il Giappone perché ammiro molto la loro cultura.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” è il secondo libro di Wilbur Smith appartenente al ciclo dei Romanzi egizi. Scritto nel 1995, è arrivato in Italia tramite Longanesi (collana Tea).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.