“E avrai sempre una casa” – Piero Malagoli

^

Voto redazione

4 stelle

Data di pubblicazione

6 Ago, 2021
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

“E avrai sempre una casa” è un romanzo di Piero Malagoli che Spartaco edizioni ha pubblicato nella collana Dissensi nel 2019. E’ stato selezionato tra i 12 finalisti all’ultimo Premio biennale Neri Pozza, nel 2017. Ringraziamo la casa editrice per la copia cartacea inviata in omaggio.

Trama di E avrai sempre una casa

Arkansas, seconda metà dell’ottocento, Kayla McMath ha quattordici anni, vive nell’Ozark dove la sua famiglia ha in concessione una fattoria. Quando sua madre, Amy Paige, muore di parto, dopo aver dato alla luce la piccola Reese, Kayla diventa la donna di casa. Dovrà crescere in fretta: la vita ha in serbo prove molto dure per lei. A darle forza saranno il ricordo di sua madre e il libro dei salmi su cui le ha insegnato a leggere.

Recensione

La scrittura di Piero Malagoli è semplice, diretta, efficace nel trascinare chi legge nella disperazione di Kayla, in quella di suo padre e dei suoi fratelli. La narrazione tiene sulle spine, solo in alcuni punti il ritmo è un pò calante, come se qualche descrizione fosse superflua.

Kayla è un personaggio straordinario: quante insegnamenti si hanno dal coraggio e dagli errori di questa ragazzina. La sua forza è in un libro: per un lettore è piacevolissimo seguire le vicende di un personaggio che comprende la magia della parola scritta e ne fa bussola di vita, ci si sente in ottima compagnia. E’ una ragazzina con un gran cuore, ma verso la sua solida fede si nutre un pò di timore, come di ogni certezza incrollabile. Il suo è un giudizio che si nutre di sterili “così sia”, offuscato dall’assenza di “perché”.

Malagoli affronta con “educazione” temi complessi come la religione e il razzismo, lo fa in punta di piedi mettendo il lettore al posto di Kayla: non si può giudicare questa ragazzina che fa da madre a sua sorella, che prepara da mangiare ai suoi uomini di ritorno dai campi, che ha letto un solo libro, quello su cui ha imparato a leggere. Non si può giudicare chi non ha scelta e, leggendo le sue vicissitudini e la forza con cui le affronta senza scoraggiarsi, si impara(si spera!) a fermarsi sempre un attimo prima di muovere accuse.

“Kayla si voltò e guardò verso la fattoria…..Le parve insolito guardarla da lì. Si sentiva fuori posto, così lontana, ma allo stesso tempo le sembrava di osservare dall’esterno un luogo in cui era stata a lungo rinchiusa. Non come una prigione, ma una tana, lasciata dopo un letargo invernale.”

Le descrizioni di Malagoli sono dipinti, ogni parola è un pennello che fa da guida tra questi paesaggi innevati. Molto bella la copertina: tutto quell’azzurro trasmette calma, la calma domestica, sotto quel cielo quella casa, con la sua miseria, sembra la più bella del mondo.

Consigliato a chi ama i romanzi “familiari”.

Adelaide Landi

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Mi piace leggere sin da quando ero bambina, nei ricordi più belli della mia infanzia ci sono libri con copertine colorate: Heidi è stato ovviamente il primo, poi Piccole donne e tutti i seguiti (di cui ricordo poco, i seguiti di un capolavoro deludono sempre), Il giardino segreto. La penna mi ha sempre chiamato almeno quanto i libri, ma non me ne sono accorta finché per caso o semplicemente perché era giunto il momento che io lo capissi, mi è stato chiaro che adoro scrivere almeno quanto adoro leggere. Mi piacciono i romanzi storici, penso che capire quello che è stato aiuti a comprendere quello che è. Scelgo un libro da leggere se penso che la sinossi stia cercando di dirmi qualcosa, in ogni libro c'è un messaggio che spera di raggiungere al più presto i suoi destinatari.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Tre” – Valérie Perrin

“Tre” – Valérie Perrin

“Tre” di Valérie Perrin (E/o 2021) racchiude nel titolo una sofisticata complessità di rimandi che vi lasciamo scoprire nel romanzo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *