“Felici i felici” – Yasmina Reza

^

Categorie

^

Voto redazione

5 stelle

Data di pubblicazione

16 Apr, 2021
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

“Felici i felici” è un romanzo atipico pubblicato da Adelphi nel 2013 e poi nel 2017, scritto da Yasmina Reza. La Reza è una drammaturga francese nota per aver dato la luce “Il dio del massacro”, da cui nel 2011 è stato tratto il film di Roman Polanski “Carnage”. Ho incontrato questo libro perché è stato scelto dal gruppo di lettura “Sulla traccia di Angela” collegato alla biblioteca abruzzese “Di Giampaolo“.

Trama di Felici i felici

Il romanzo si presenta in apparenza come una raccolta di racconti, ma già alla terza storia è chiaro che ognuna è dedicata ai quasi venti personaggi che lo compongono. Entriamo nelle loro vite e nelle loro relazioni di coppia, famiglia o amicizia; sbirciamo nei loro vizi e nelle loro debolezze. Mentre spiamo i loro modi di essere sereni, piano piano la trama evolve verso un evento inaspettato in cui il legame fra tutte queste persone, che già si intravedeva, diventa ancora più chiaro.

Recensione

In “Felici i felici” ritroviamo quel sarcasmo leggero presente già in “Carnage” che è capace di gettare una luce insieme irriverente e costruttiva sui limiti delle persone. La narrazione è reticolare. Inizia dai coniugi Toscano e si espande attraverso i suoi amici, i conoscenti, i parenti più o meno stretti, i desideri.

Ognuno di loro nasconde un aspetto vulnerabile che lo attira verso una parvenza di felicità. C’è il personaggio nostalgico, quello vizioso, quello vanesio, quello che strappa un sorriso per la sua genuinità. Quello che inizia a interrogarsi sulla propria morte, quello che della morte viene a sapere nel mezzo di un’attività futile come lo shopping.

“Ho aspettato che se ne andasse col suo succo di ribes nell’altra mano e ho detto, essere felici è un talento. Non puoi essere felice in amore se non hai un talento per la felicità”

Tutti i racconti sono in prima persona e per i dialoghi non vengono usate virgolette. Questo flusso di coscienza può risultare ostico, eppure nel complesso genera un monologo-fiume dall’effetto simpatico. L’effetto è paradossale, specie perché le riflessioni e le solitudini dei personaggi inducono a riflessioni sulle nostre esistenze e ci inducono inevitabilmente a chiederci: il nostro modo di essere felici, qual è?

Cristina Mosca

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

moglie, mamma e lettrice bulimica. a 10 anni scrivevo i miei primi racconti. a 14 ho scelto di insegnare inglese. adesso faccio entrambe le cose. credo in quello che non si vede a occhio nudo. tra le mie pubblicazioni: "chissà se verrà alla mia festa" (schena 2005), "e donne infreddolite negli scialli" (schena 2008), "loro non mi vedono" (ianieri 2014), "con la pelle ascolto" (ianieri, 2018). mi piace scrivere in lettere minuscole.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” è il secondo libro di Wilbur Smith appartenente al ciclo dei Romanzi egizi. Scritto nel 1995, è arrivato in Italia tramite Longanesi (collana Tea).

2 Commenti

  1. Nadia D 'Onofrio

    Che bello poter leggere di un libro che si è letto individualmente e commentato insieme nel GdL..
    Leggere la tua presentazione e recensione è stato come rinnovare la lettura e ritrovare le emozioni vissute insieme nel commentarlo.
    Leggerlo da te che fai parte del gruppo è ancora più coinvolgente perché ci conosciamo e condividiamo le nostre scelte. Grazie Cristina.
    Sarebbe bello poter leggere altrettante recensioni su questa pagina ogni volta che siamo alle prese con il libro del mese. Spero accadrà.

    Rispondi
    • Cristina Mosca

      grazie Nadia! ci sono altre recensioni dei libri che abbiamo letto insieme, come Il treno dei bambini, Il porto dei sogni incrociati e Tre piani :* :* e sicuramente continuerò a scriverne :*

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.