“La chiave a stella” – Primo Levi

^

Voto redazione

4 stelle

Data di pubblicazione

22 Set, 2021
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

“La chiave a stella” è il romanzo con cui Primo Levi vinse il Premio Strega nel 1979. Dello stesso autore abbiamo recensito “Se questo è un uomo”.

Trama de La chiave a stella

La trama de “La chiave a stella” è semplice: le avventure sul lavoro in giro per il mondo dell’operaio altamente specializzato Faussone, montatore di ponti.
Il titolo del libro traduce con immediata concretezza sia il lavoro del protagonista, sia la concezione del lavoro che ha il protagonista: il lavoro fatto bene è una fonte di realizzazione per l’individuo.

Recensione

Consiglio questo romanzo a chi di Primo Levi ha letto solo “Se questo è un uomo” affinché scopra, come è accaduto a me, che Levi è anche in grado di farti ridere con la forza dell’ironia e dell’intelligenza. Di farti morire dal ridere in modo politicamente scorretto.
Consiglio questo romanzo agli adolescenti decisi a snobbare gli Istituti Tecnici per la loro formazione professionale affinché sappiano cosa significa lavorare sul campo partendo dal basso con la soddisfazione di sporcarsi le mani.
Consiglio “La chiave a stella” questo romanzo ai patiti del cosiddetto romanzo industriale degli anni Sessanta. Il motivo è scontato.
Da ultimo consiglio questo romanzo alle ultimissime generazioni che – chiusi sentimenti, emozioni, relazioni nel loro guscio virtuale – ignorano la bellezza inesauribile della concretezza.

Isabella Fantin

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Laurea in Cattolica, docente alle Superiori, vivo a Milano nel tormento della movida e mi rifugio nella pace della Toscana.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Tre” – Valérie Perrin

“Tre” – Valérie Perrin

“Tre” di Valérie Perrin (E/o 2021) racchiude nel titolo una sofisticata complessità di rimandi che vi lasciamo scoprire nel romanzo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *