“Liquirizia” – Claudio Loreto

^
^

Voto redazione

Data di pubblicazione

13 Ott, 2019
copertina liquirizia
7

Scorri fino al contenuto...

in viaggio

Nuove proposte - Valerio Mottin

copertina in viaggio

Trama Liquirizia

Il romanzo è ambientato tra Italia e Russia durante la seconda guerra mondiale e ha il suo epilogo circa vent’anni dopo la fine del conflitto.

Giuliano Lanteri è uno studente di legge, costretto a lasciare Sanremo, i suoi studi e la sua famiglia per raggiungere Stalingrado. Non è in questo modo che avrebbe voluto conoscere il paese d’origine di sua madre, Irina. Le preghiere della donna, angosciata per la partenza del figlio, vengono accolte: Giuliano scampa miracolosamente al colpo nemico grazie a una fiaschetta di grappa che tiene nel taschino, che devia verso la spalla un proiettile promesso al cuore.

Non è l’unica salvezza che trova nella gelida Stalingrado nel dicembre 1942, ma certamente senza questa non ne sarebbero seguite altre. Tanya è una ballerina, costretta a mettere via tutù e scarpette da ballo per imbracciare un fucile e contrastare l’avanzata tedesca, che ha già raso al suolo Stalingrado.

Il freddo è stato il grande nemico delle truppe italo-tedesche, è stata forse la causa principale della disfatta e della fine della follia nazista.

 

Recensione

L’autore è stato molto bravo a ricostruire in maniera molto meticolosa gli scontri tra le truppe russe e quelle tedesche durante il conflitto: la sensazione è quella di sentire il rumore di ogni sparo, di avvertire la paura che quel colpo possa colpire uno dei protagonisti, di rabbrividire mentre il corpo è intorpidito dal freddo, il tutto mentre non c’è un perché a tanta violenza, a tante vite trascinate via dal loro quotidiano scorrere per assecondare il progetto di un pazzo, o piuttosto un oculato e spietato manipolatore di animi angosciati.

L’autore trascina il lettore senza pietà dai paesaggi paradisiaci della riviera ligure a un fronte gelido in cui anche l’acqua di un fiume diventa una lastra di ghiaccio: sembra che anche la natura abbia voluto dare il suo contributo per difendere un territorio invaso in nome di una superiorità che non poteva non soccombere sotto il peso della sua idiozia.

Il romanzo ha per protagoniste due bandiere, l’odio e l’amore: avanzano sempre fianco a fianco, seguendo linee parallele, spesso, ma purtroppo non così spesso, chi sventola la prima bandiera, riesce a trovare una via d’uscita.

 

“Liquirizia” di Claudio Loreto, Leucotea, 2019

Adelaide Landi

Adelaide Landi

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Mi piace leggere sin da quando ero bambina, nei ricordi più belli della mia infanzia ci sono libri con copertine colorate: Heidi è stato ovviamente il primo, poi Piccole donne e tutti i seguiti (di cui ricordo poco, i seguiti di un capolavoro deludono sempre), Il giardino segreto. La penna mi ha sempre chiamato almeno quanto i libri, ma non me ne sono accorta finché per caso o semplicemente perché era giunto il momento che io lo capissi, mi è stato chiaro che adoro scrivere almeno quanto adoro leggere. Mi piacciono i romanzi storici, penso che capire quello che è stato aiuti a comprendere quello che è. Scelgo un libro da leggere se penso che la sinossi stia cercando di dirmi qualcosa, in ogni libro c'è un messaggio che spera di raggiungere al più presto i suoi destinatari.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Giuseppe” – Michele Comper

“Giuseppe” – Michele Comper

Il romanzo “Giuseppe” (la Rondine edizioni 2020) segna l’esordio sulla scena letteraria di Michele Comper e tratta di colpa e castigo.

1 commento

  1. Claudio Loreto

    Nota: il volume sara’ disponibile sulle piattaforme on-line e ordinabile presso le librerie a far tempo dalla data della sua presentazione ufficiale al “Book Pride” 2019 di Genova (18-20 ottobre pp.vv.). Grazie mille per la cortese attenzione.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *