“Sesso senza vie di mezzo” – Cristiana Danila Formetta

^

Categorie

^

Voto redazione

Data di pubblicazione

28 Mar, 2019
loro-copertina
7

Scorri fino al contenuto...

L’etimologia ci dice soltanto che il termine sesso deriva dal latino sexus della quarta declinazione. Due i significati: sesso e organi sessuali. Come dire: tutto e niente.

Non ha tutta questa importanza. Tanto si continua a fare. E a discuterne. Magari con pulizia mentale e ironia, che non guastano mai. Così fa Cristiana Danila Formetta nel suo Sesso senza vie di mezzo. Lei non perde tempo con prefazioni o introduzioni varie. Si tuffa all’istante in medias res, come si dice.


Copertina di "Sesso senza vie di mezzo"

Struttura del libro

Il libro è suddiviso in otto sezioni – La prima volta, Preliminari, Posizioni, Luoghi, Lingerie & Abbigliamento, Sex toys, Extreme (perversioni), Post coitum – dalla struttura binaria. Nelle pagine pari, quel che si può (anzi, si deve) fare. In quelle dispari, quello che sarebbe bene (o igienico) evitare.

Buon senso innanzitutto

Perché il sesso è una questione di testa. È da lì che parte tutto. Bisogna anche considerare «le comuni leggi del buon senso». Come queste:

Un appuntamento prevede due persone. Se all’appuntamento ci si presenta in tre o in quattro, non è più un appuntamento ma una festa riuscita male.

Se la testa si riempie di dubbi e di paure, ci sarà impossibile sentirci a nostro agio, e immancabilmente finiremo per dare un’impressione negativa a chi ci sta vicino.

Piangersi addosso è sempre sbagliato, ma farlo durante un appuntamento romantico può rivelarsi un boomerang di proporzioni gigantesche.

Il succo del discorso

Una scrittura chiara e schietta presenta un vantaggio enorme: il lettore la capisce subito e la scorre volentieri. Specie quando si sgombera il campo dagli equivoci: «Godetevi il peccato per quello che è: una trasgressione fine a se stessa».

Almeno così non ci si prende in giro. Alla fine, il succo del libro di Cristiana Danila Formetta si potrebbe condensare con queste parole: «Ogni gioco erotico si basa principalmente sul rispetto per gli altri. Questa è la prima regola ed è anche la più importante».

Leggete, dunque. E imparate.

Cristiana Danila Formetta, Sesso senza vie di mezzo, Bologna, Pendragon, 2011

Enrico Cantino

Recensore

Vorresti scrivere una recensione?

amantideilibri.it è una grande community di appassionati lettori. Vuoi farne parte anche tu?

Enrico Cantino dovrebbe aver superato la cinquantina, ma non ne è sicuro nemmeno lui. Ha una laurea in materie letterarie, un blog su Tumblr e svariate passioni: i gatti, la scrittura, la lettura, i cartoni animati (giapponesi, in particolare), i "filmacci" come li chiama lui (horror, azione, demenziale, fantascienza, ecc. ma non disdegna qualche pellicola "seria"). Ha pubblicato con Mimesis, casa editrice di Sesto San Giovanni, sei libretti sulle serie animate nipponiche suddivise per generi: robottoni, eroine, guerrieri, sport di squadra, maghette, rapporti di coppia. Può darsi riesca anche a pubblicare qualcos'altro. Adesso vede.

Altri libri che potrebbero piacerti…

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” – Wilbur Smith

“Il settimo papiro” è il secondo libro di Wilbur Smith appartenente al ciclo dei Romanzi egizi. Scritto nel 1995, è arrivato in Italia tramite Longanesi (collana Tea).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.