Amanti dei libri è una community, una famiglia gestita da appassionati di lettura e scrittura e destinata, appunto, agli amanti dei libri! Entra a farne parte anche tu!
Fredric Brown

Fredric Brown: un maestro della narrativa

Chi era Fredric Brown

Partiamo con i dati personali, che non fa mai male.

Il nome completo di questo scrittore americano era Fredric William Brown (1906-1972).

Il suo campo era la narrativa di genere: fantascienza e gialli. In Italia è stato pubblicato da tre editori: Longanesi, Garzanti, Mondadori. Nello specifico, i suoi romanzi e racconti fantascientifici si possono trovare nei tascabili della Mondadori (la mitica collana Urania). Non so dirvi se siano ancora disponibili a catalogo, ma nei mercatini dell’usato e sulle bancarelle si può ancora trovare qualcosa.

Perché uno spazio dedicato a lui

Abbiamo pensato di dedicare uno spazio dedicato esclusivamente a Fredric William Brown per un motivo molto semplice: è stato un maestro della narrativa fantascientifica americana. Il suo tratto distintivo è l’ironia, o meglio la carnevalizzazione degli stereotipi di questo genere.

E questo si nota soprattutto nei suoi racconti, spesso brevi e anche brevissimi. Nel giro di appena mezza pagina (o anche meno), Brown ti racconta una storia non convenzionale, fondata sul colpo di scena che compare proprio quando meno te lo aspetti.

La sua narrativa breve si fonda sul paradosso, che lo scrittore statunitense porta fino alle estreme conseguenze, ribaltando nel finale l’angolazione da cui guarda il lettore. Esemplari in questo senso sono i racconti La risposta e il famosissimo Sentinella.

Qui potrete trovare proprio l’analisi di alcuni dei suoi racconti brevi (e brevissimi). Abbiamo cercato di mostrarvi i meccanismi che stanno alla base delle sue storie.

Speriamo di esserci riusciti.

“La fine” – Fredric Brown – Analisi di un mini racconto

La maestria di Fredric Brown nella narrativa breve – anzi, brevissima – di tipo fantascientifico è un dato pienamente acquisito. Per questo lo tiro spesso in ballo: puoi leggere l'analisi de La risposta, o L'unico sbaglio e tanti altri. Oggi vorrei analizzare il suo mini-racconto La fine.Il professor Jones aveva lavorato per molti anni alla sua teoria sul tempo. − Finalmente ho trovato l'equazione chiave − disse un giorno a sua figlia. − Il tempo è un campo. La macchina che ho costruito può manipolare questo campo, e…

Analisi del racconto “La risposta” | Fredric Brown

Nei racconti fantascientifici religione e scienza procedono spesso a braccetto. Per non dire che l’una invade il campo dell’altra. Se ne può avere un buon esempio nei racconti e nei romanzi di Philip K. Dick. E in un breve racconto di Fredric Brown intitolato La risposta (lo si può leggere a pagina 77 della raccolta I racconti più brevi del mondo pubblicata nel 2005 dall’editore Fahrenheit 451).Con gesti lenti e solenni Dwar Ev procedette alla saldatura, in oro, degli ultimi due fili.Gli occhi di venti…

Analisi del mini-racconto “L’unico sbaglio” – Fredric Brown

C’è un mini-racconto di Fredric Brown intitolato L’unico sbaglio. Lo si può leggere a pagina 57 della raccolta I racconti più brevi del mondo pubblicata nel 2005 dall’editore Fahrenheit 451.Stan Standish si costituì alla polizia. «Ho ucciso un uomo», confessò. «Pensavo che fosse perfetto, il mio delitto, ma ho commesso un errore». Gli chiesero, naturalmente, quale fosse stato il suo errore. «Ho ucciso un uomo», rispose.L'unico sbaglio: un paradosso concettuale L’unico sbaglio presenta una struttura circolare.…

Analisi di “Sentinella” – Fredric Brown

Il capolavoro riconosciuto di Fredric Brown è senz’altro il racconto breve intitolato Sentinella. Dimostra, infatti, come si possa raggiungere il massimo del risultato con pochi, semplici mezzi.Era bagnato fradicio e coperto di fango e aveva fame e freddo ed era lontano cinquantamila anni-luce da casa.Un sole straniero dava una gelida luce azzurra e la gravità, doppia di quella cui era abituato, faceva d'ogni movimento una agonia di fatica. Sentinella: un posto inospitale I primi due capoversi introducono…

Analisi di un mini-racconto di Fredric Brown

Lo scrittore americano Fredric Brown (1906-1972) era un maestro del racconto breve oppure brevissimo. Le sue storie – a parte qualche eccezione – appartengono al genere fantastico. Più precisamente a quello fantascientifico. Come questo mini-racconto. L'ultimo uomo sulla Terra sedeva da solo in una stanza. Qualcuno bussò alla porta. Non ha titolo, e non è stato scritto da Stephen King, al quale è stato attribuito solo perché lo avrebbe citato nel corso di un’intervista.La sintesi si condensa in due sole frasi,…

“I racconti più brevi del mondo”

I racconti più brevi del mondo, Roma, Fahrenheit 451, 2005.Non esistono regole precise – o fissate una volta per sempre – circa la lunghezza di un racconto. Le sue dimensioni sono a completa discrezione dell’autore. Nel corso di una lunga intervista, pubblicata da TEA con il titolo Raccontare, resistere, Luis Sepúlveda dichiara: «È questa la sfida che ti permette il racconto: racchiudere in poche parole lassi quasi infiniti di tempo».La funzione del racconto, insomma, è quella di condensare gli eventi. Si