Amanti dei libri è una community, una famiglia gestita da appassionati di lettura e scrittura e destinata, appunto, agli amanti dei libri! Entra a farne parte anche tu!

“Il treno” – Georges Simenon

“Il Treno” di Georges Simenon (Gli Adelphi 2020) è un piccolo capolavoro di centocinquanta pagine, nel quale convergono narrativa e romanzo storico.


Trama de Il treno

il-treno-copertinaUn incipit ricco di particolari che in modo diretto e delicato riesce a farci immergere, fin dalle prime parole, all’interno del racconto.

La storia di una famiglia normale, di Marcel e Jeanne e della loro vita turbata dalla guerra e dal senso di inettitudine che questa genera nell’animo dell’uomo.

La storia di una fuga, la descrizione dell’attesa, del distacco umano, della speranza e dell’annientamento.

Marcel, Jeanne e la piccola Sophie sono costretti a lasciare la loro casa, i loro riti quotidiani, per immergersi in un viaggio di paura e di cambiamenti, speranza, introspezione e ricordi.

La figura emblematica e particolare di Anna conferisce al racconto quel tono di suspence tipico della scrittura di Simenon.

La guerra fa da cornice alle vicende, ricalcando quelli che sono i sentimenti più profondi dell’animo umano.

Recensione

La scrittura di Simenon si lascia divorare in modo assoluto e viscerale.

Possiamo sentire l’odore delle tende di tela grezza, il calore proveniente dalle finestre senza persiane, lo stato d’animo preciso e disarmante di ogni singolo personaggio.

In ogni parola traspare l’armonia della provincia francese, delle chiatte e dei battelli, degli animi inquieti e dell’atmosfera calda, attenta, ferma. Un racconto scorrevole, chiaro e diretto. Una lettura di speranza, catarsi e vita.

Manuela Di Domenico

100%
Viscerale

Il treno

Consigliato a qualsiasi tipo di lettore

  • Voto redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Se non sei d'accordo, potresti decidere di lasciare il sito. Accetta Leggi altro