Amanti dei libri è una community, una famiglia gestita da appassionati di lettura e scrittura e destinata, appunto, agli amanti dei libri! Entra a farne parte anche tu!
Navigazione &s

Cartoni giapponesi

Due parole sugli anime

Questa sezione di Amanti dei libri sarà dedicata interamente ai cartoni animati giapponesi. In essa comparirà infatti una serie di articoli dedicati agli anime e alle questioni – culturali e non − a essi legate.

Lo scopo di questa sezione

L’intenzione è quella di analizzare le tecniche narrative, le fonti letterarie, i contenuti e via dicendo delle serie animate giapponesi. Il tutto in maniera divulgativa e senza pretesa alcuna di scientificità.
Questo per cercare di capire meglio i cartoni animati giapponesi che tanta parte hanno avuto e stanno avendo nella nostra cultura dalla fine degli anni Settanta a oggi.

Una gestione superficiale

All’inizio queste serie sono state gestite in maniera molto superficiale. Perché non si conosceva la cultura che le ha generate e della quale sono imbevute. Questo ha portato spesso a snaturarli, occidentalizzandoli e stravolgendone le vicende. Senza contare le censure arbitrarie e prive di ogni fondamento, sfociate addirittura nella soppressione di interi episodi.

Un atteggiamento più costruttivo

Per fortuna ora l’atteggiamento della televisione italiana è cambiato. C’è, in generale, un maggiore rispetto filologico e culturale nei confronti dei cartoni animati giapponesi. Gli articoli che compariranno in questa sezione si propongono sostanzialmente di favorirne la comprensione, per
poterne meglio apprezzare i contenuti e afferrarne gli elementi che appaiono decisamente distanti dalla nostra cultura. Diversamente, continueremmo a considerarli soltanto qualcosa di “strano”.

La sezione è a cura di Enrico Cantino.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Se non sei d'accordo, potresti decidere di lasciare il sito. AccettaLeggi altro